parallax background

UNA STORIA DI FAMIGLIA


i fratelli Mazza

con Federico e Lorenzo: IV° generazione legata al mondo del vino.

 

i Vinanti nel tempo

  • Fine 800Fine 800

    Tutto ebbe inizio dalla bisnonna Rosa che aprì un’osteria a Ragusa con annessa rivendita di vino sfuso, una sorta di vineria dei nostri giorni. L’unico figlio, il nonno Giovanni Mazza, proseguì l’attività dedicandosi solo al commercio di vini. All’epoca i vini si vendevano sfusi nei carratelli, quando ancora l’unico mezzo di locomozione era il cavallo con il carretto. Nostro nonno già all’epoca acquistava vini in buona parte nel Val di Noto, sia in palmenti dell’areale di Comiso e Vittoria che a Pachino. Nostro padre come nostro nonno, ci raccontava che ci voleva un giorno e una notte per andare e venire da Ragusa a Pachino per portare con il carretto poco meno di 400 litri di vini.
  • Metà 900 Metà 900

    La rivendita del vino si ingrandisce. I fratelli Mazza intensificano sempre più il commercio insieme al padre, iniziano ad imbottigliare il vino sia nelle damigiane da 5 litri che nella bottiglia in vetro da un litro.
  • Anni 60 Anni 60

    Viene acquistato il primo impianto d’imbottigliamento automatico, diventando i primi imbottigliatori della provincia di Ragusa. Il loro vino diventa sempre più conosciuto e richiesto dalle numerose botteghe. La cantina dentro città diventa sempre più piccola, motivo per cui costruiscono una nuova cantina su un loro terreno in contrada Pianetti a Ragusa, all’epoca campagna. Anche questa cantina diventa presto piccola e agli inizi degli anni 70 la ingrandiscono. Nostro padre ci raccontò che ci furono anni in cui dovettero ordinare un milione di tappi vite e riuscivano ad esaurirli anche in meno di un anno. L’attività cresce sempre di più ma a metà degli anni 90 si avverte un serio cambiamento da parte del consumatore. La cultura del vino prospera sempre più e il consumatore diventa sempre più esigente, cambiano tante cose nel mondo del vino. La nostra generazione decide di formarsi nelle migliori scuole universitarie, Lorenzo proseguì gli studi a Piacenza presso la Facoltà di Scienze e Tecnologie alimentari dove insegnava il noto prof. di viticoltura Fregoni, Federico all’Istituto Agrario di San Michele all’Adige a Trento. Consegue il titolo in Enologia ma prosegue ancora gli studi in enologia ad Asti per la specializzazione. Nasce l’esigenza di interpretare l’intera filiera per produrre vini sempre più di alta qualità. Nel 2003 nostro padre ci dona il primo terreno a Pedalino, frazione di Comiso, nell’areale del Cerasuolo di Vittoria D.o.c.g. Federico e Lorenzo impiantano il primo vigneto. Nel 2009, condividono un loro sentito progetto aziendale Vinanti, “Persone Intorno al Vino.” Il nome “Vinanti” c'è piaciuto tanto, non ha bisogno di tante spiegazioni e presentazioni. Infatti abbiamo scelto questo brand perché pensiamo che sia un nome che, oltre ad essere bello, suona pure bene anche all'estero in quanto finisce con una vocale sinonimo di italianità, made in Italy. Il significato e il valore che vogliamo creare, dare e giustificare attorno a questo brand è che siamo semplicemente persone intorno al Vino e giornalmente produciamo e lavoriamo con passione, amore e impegno. Coloro che decidono o capiterà loro di conoscere il Vinanti non devono essere per forza super esperti, ma anche semplici e curiosi, attratti sempre più dal buon bere.